domenica 18 ottobre 2015

Mascara a confronto. Benefit VS Rimmel London.

Ciao ragazze!
E' un pò che volevo scrivere questo post, ma non avevo mai tempo per scattare un pò di foto e così ho approfittato della domenica per farlo.
Non vedrete una qualità di scatti eccellente, ma come al solito uso il cellulare e non ha una grande risoluzione.
Tra l'altro ho fotografato i miei occhi e anche quelli non stanno molto bene ultimamente perchè sto uscendo dal primo malanno di stagione e sono un pò appannati!!!!
Comunque...
Scopo del post di oggi è mettere a confronto due mascara con caratteristiche simili.
Si tratta dello Scandaleyes Extreme di Rimmel London, casa cosmetica low cost famosissima e molto diffusa in tutte le profumerie e il Roller Lash di Benefit, proposto al mercato lo scorso inverno e venduto in esclusiva da Sephora (se ne deduce che il prezzo non è basso).

Lo Scandaleyes Extreme nasce come "espansione" del classico Scandaleyes, per aggiungere alle già presenti caratteristiche di incurvatura e allungamento, anche il volume, per arrivare a dare alle ciglia un effetto come di ciglia finte.
Ha un prezzo di circa 10 € (dipende dalle offerte e da dove lo comprate). Io lo presi l'inverno scorso da Oviesse (che vende anche Rimmel), e con meno di 10 € portai a casa anche un matitone nero assoluto che in realtà non ho mai usato perchè è davvero supernero e la mattina non ho tanto tempo per stare lì a sfumare.
Lo scovolino è molto particolare: piatto da un lato e curvo dall'altro.
Usando prima la parte curva si porta il prodotto sulle ciglia per dare volume e densità alle ciglia, mentre con la parte piatta si ottiene la lunghezza e la curvatura.
Devo dire che inizialmente ho dovuto faticare un pò nel capire quale metodo fosse più indicato per l'uso di questo mascara e in più i primi tempi mi faceva un pò lacrimare, cosa che poi non è più successa.
Questo è l'effetto sulle mia ciglia.

Dalla foto in basso si può vedere la differenza tra l'occhio su cui ho applicato il mascara e l'altro, dove invece non avevo ancora messo su nulla.
L'allungamento c'è di sicuro, ma pur non facendo grumi, tende ad appiccicare un pò le ciglia fra loro, per cui bisogna lavorarci su un pò. Il volume non è il massimo, mentre la curvatura è sufficiente.

Passiamo ora al Roller Lash di Benefit.
Pubblicizzato a tamburo battente nel febbraio scorso, sembrava che non esistesse una youtuber a cui non fosse stato inviato per sponsorizzarlo, ognuna al grido di "Ciglia a bigodino", "Butto il piegaciglia" e via discorrendo.
Il mascara si presenta effettivamente con un tappo che ricorda proprio i bigodini per i capelli e ha uno scovolino con una parte concava e una convessa.



Il prezzo è di 26 € da Sephora, per cui non propriamente economico.
Io l'ho comprato a giugno, presa da un attacco di shopping compulsivo e poco oculato!
Lo applico partendo dalla parte concava, dalla radice delle ciglia e poi fino alle punte, poi con la parte convessa, con leggeri movimenti a zig zag.
E questo è l'effetto.
Inutile sottolineare che le ciglia sono molto più ordinate e definite rispetto alla foto precedente.
Niente grumi o effetto ciglia incollate.
Curvatura indubbiamente presente, ma ahimè...volume zero! Non che il mascara prometta volume, tanto che la stessa Benefit suggerisce di usarlo in combo con il They're Real.
A onor del vero ammetto che la mattina presto non ho voglia di fare grandi intrugli con il make up (e già facendo la cosa più semplice ci impiego 20 minuti abbondanti!) e per andare in ufficio non ho bisogno di avere ciglia da Bambi, per cui non sono alla ricerca di un mascara effetto ciglia finte e l'effetto naturale del Roller Lash mi piace molto.

Questo è l'effetto dei due mascara su entrambi gli occhi.
A sin: Scandaleyes Rimmel - A dx: Roller Lash Benefit
Nonostante la pessima qualità delle foto si nota abbastanza la differenza tra i due occhi.
La lunghezza c'è in entrambi, ma la curvatura e la definizione gioca tutta a favore del Roller Lash.

Morale della favola:
Se cercate un mascara allungante economico lo Scandaleyes Extreme non è malissimo, ma c'è indubbiamente di meglio.
Se potete spendere un pò di più e vi piace l'effetto ciglia lunghe, curve e naturali, il Roller Lash è il vostro alleato numero 1!
Insomma, l'hanno sponsorizzato a più non posso, ma ne vale assolutamente la pena!

Io ora vi saluto e vi auguro Buona Domenica!

Fatemi sapere in un commento qual è il vostro mascara preferito e se avete provato i due di cui vi ho parlato.

Ciao!!!!



martedì 13 ottobre 2015

Deborah Milano. Bohemian Glam. Swatch e impressioni

La novità dell'autunno in casa Deborah Milano, si chiama Bohemian Glam e arriva in profumeria con un'edizione limitata che propone quattro diverse categorie di prodotti in tonalità cromatiche abbinabili per somiglianza o per contrasto.
Mi spiego meglio: se è vero che è possibiile abbinare matita occhi verde, ombretto verde e smalto verde (tutte proposte dalla collezione), è anche vero che si potrebbe liberare la fantasia abbinando al trucco occhi con gli ombretti taupe e verde, una french manicure fatta con i colori nude e verde.
Vediamo quindi come si compone la collezione e da lì ognuna potrà far correre l'immaginazione alla ricerca degli accostamenti di colore migliori.
Per cominciare, questa è la collezione nel suo insieme.
Come vedete sono 4 ombretti, 4 smalti, 4 rossetti e 4 matite occhi.
Non è sicuramente una collezione fantasiosa, nè per scelta di colori, nè per prodotti presentati, però si sposa bene con questa stagione e qundi ho voluto parlarvene.
Pezzo forte è certamente il rossetto, sia per come si presenta nella forma, sia per i colori selezionati.
Vi dico subito che di questa collezione io non ho ancora comprato nulla, più che altro perchè quando l'ho vista andavo di fretta e non sono stata lì a scegliere, valutare etc...
Mi fa piacere però farvi vedere qualche swatch perchè di alcune pecche ci si rende conto subito provando i prodotti anche semplicemente sul dorso della mano.
Iniziamo dagli ombretti, che sono esattamente ciò che non prenderei mai della collezione.
Partendo dall'alto abbiamo un blu notte, un porpora, un verde bosco e un taupe.
Si possono usare sia da asciutti che da bagnati e sono proposti a un prezzo di poco inferiore agli 8 €.
Da sin: blu notte - verde - taupe - porpoora
Come vedete, a parte il verde, che risulta intenso e scrivente, gli altri sono un pò smorti. Perchè si  vedesse un minimo di colore ci sono dovuta passare su tre volte e anche così il rsultato è di un ombretto piuttosto cadaverico, per nulla interessante.
Spolverano abbastanza (da asciutti ovviamente) e non hanno certo chissà che di particolare.
Ps: dovrebbero essere anche 24 ore, ma questa caratteristica mi sembra un pò esagerata!

Altro mezzo disastro sono le matite occhi. Anch'esse a lunga tenuta (e di questo stavolta non c'è da dubitare), sono proposte negli stessi colori e con lo stesso prezzo.
Unica differenza cromatica è ovviamente il cambio tra il colore marroncino chiarissimo degli ombretti e il grigio antracite della matita.
Una bella riga di taupe sugli occhi non starebbe granchè bene credo!
Detta questa fesseria, vi faccio vedere anche qui gli swatches.
Sono certa che alcune di voi qua penseranno che questi colori superano di gran lunga, come effetto, quelli degli ombretti.
E invece no mie care!
A meno che non vogliate farvi uscire gli occhi dalle orbite lasciate perdere queste matite!
Dire che la mina è dura è un eufemismo!
Per ottenere quel colore devi premere abbastanza e passarci su più volte.
Sulla mano si può anche fare, ma sugli occhi io eviterei!
Poi certo che dura 24 ore, ma se devi dire tutte le parolacce che conosci utilizzandone anche i sinonimi per mettere su in modo decente queste matite, forse è meglio lasciarle perdere!

Veniamo alle note belle e positive!
Nel reparto smalti Deborah propone 4 colori a dir poco fantastici, sicuramente già visti, ma sempre intramontabili, specialmente in autunno!
Qui abbiamo un bellissimo verde, un nude rosatino davvero elegante, un bel porpora e un bordeaux con una punta di marrone all'interno che quest'anno sta spopolando!
Il prezzo è di  circa 7 €, che è abbastanza per uno smalto, anche se la formulazione dà quell'effetto gel molto luminoso e bello che poche case cosmetiche (settore low cost) hanno saputo creare.
L'unico neo di questi smalti di Deborah è che non tutte le colorazioni durano a lungo come prodotto, ovvero dopo essere stati aperti, se non chiudete superbene la boccetta, gli smalti diventeranno molto presto collosi e inutilizzabili! Lo fanno sopratutto i colori scuri per cui attenzione!

Come vedete quindi fino ad ora i colori presentati sono sempre più o meno gli stessi, ma più che fare dei tono su tono io cercherei l'abbianmento di più tonalità.
Tanto per dirne una, l'ombretto taupe sulla palpebra mobile e leggermente più su, il porpora nell'angolo esterno e verso la piega, e la matita porpora sfumata verso la fine dell'angolo esterno per intensificarlo (sempre che abbiate moooolta pazienza con la matita!!!!).
Così con gli smalti, il porpora su tutta le unghie e un accent con il nude rosato, arricchito magari con una piccolissima fantasia creata con il dotter punta fine.

Veniamo infine al pezzo davvero particolarissimo della collezione.
I rossetti.
La forma è sicuramente curiosa. L'impugnatura è sottile, lunga ed ergonomicca. Lo stilo del rossetto esce ruotando la parte superiore e ha una circonferenza molto più piccola di un rossetto normale.
L'effetto dovrebbe essere un velvet matt, ma risulta cremosissimo e credo sia dunque più confortevole di un normale rossetto matt, che solitamente secca un pò.
E' anche il pezzo più "costoso" della collezione, perchè qui arriviamo a 10 € circa (9,99 € per me vuole dire 10!).
I colori proposti sono quattro come vi dicevo prima, e credo che ci siano almeno due colori che meritino un acquisto.
Questi sono gli swatches, ma qua mi scuserete se la qualità non è eccelsa. Vi assicuro che dal vivo sono molto più belli.
Da sinistra vedete un nude, un rosso, un fucsia e un sangria.
Sicuramente i più interessanti sono il primo e l'ultimo (numeri 01 e 04). Gli altri a me personalmente non dicono granchè.
Penso che una seconda scappata in profumeria per quel sangria sarà da fare!!!
Se avete occasione data un'occhiata a questi rossetti perchè secondo me non sono niente male.
Non seccando come altri matt, ma essendo più cremosi, penso che nella durata risentano un pò di questa caratteristica, ma sono talmente carini che almeno un pezzo sarebbe da prendere a prescindere!


Ecco dunque la visione d'insieme. Voi avete preso qualcosa di questa collezione?
Fatemi sapere cosa ne pensate se si va e ci sentiamo alla prossima!
Ciao a tutte!





giovedì 1 ottobre 2015

Geometric Nailart. Striping e smalto per una nailart semplice, veloce e d'effetto!

Ciao ragazze!
Oggi vi farò vedere l'ultima nailart creata solo con l'aiuto degli striping.
E' semplicissima, superveloce, ma d'effetto.
Cosa ne dite?
Se vi piace seguite qua sotto il procedimento.

Come al solito preparo tutto l'occorrente prima di iniziare:
- Smalto perlato. Io ho usato il numero 221 di KIKO, che ho da qualche millennio, ma voi potete usare quello  che volete.
- Smalto bordeaux-marrone numero 708 di Wycon (adesso si scrive con la Y, non più con la J)
- Striping tape (si trovano ovunque ormai: Essence, Kiko, Mi-Ny etc...)
- Top Coat Mesauda Cristalac
- Pinzette per aiutarvi nel mettere e togliere le strisce adesive.
- Forbicine (per tagliare le striscette
Per prima cosa, dopo aver dato la base (sto usando una base rinforzante di Orly da un pò di tempo e mi ci trovo molto bene anche se costicchia), stendo una passata dello smalto perlato e lascio ascugare.
Come vedete non mi interessa la coprenza, ma solo quel leggero effetto satinato.
Dopo aver fatto asciugare BENE lo smalto (una passata non ci impiega tanto), armata di santa pazienza, taglio le striscette e una alla volta le dispongo sull'unghia, a formare un triangolo.

Unica accortezza è cercare di non incrociare tra loro le strisce e far coincidere, quando possibile, gli angoli del triangolo con i bordi dell'unghia.
Più facile capirsi con una foto.
Dopo aver fatto questa cosa su entrambe le mani (per evitare di dover maneggare striping, forbicine e pinzette con lo smalto non ancora perfettamente asciutto dell'altra mano), procedo con la stesura dello smalto.
Qua ognuno fa come gli viene meglio.
Io ho notato con il tempo che è molto meglio procedere unghia per unghia, ovvero metto lo smalto, tolgo gli striping aiutandomi con le pinzette e passo all'altra unghia etc...
Questo perchè se fate tutte le unghie insieme, nel momento in cui andrete a tirare via le strisce dalla prima, lo smalto avrà cominciato ad asciugarsi e tirerà i bordi, non creando strisce perfette, ma un pò sbavate!
Fatte tutte le unghie, aspetto che lo smalto si asciughi e passo al top coat.
Ultimamente sto usando il Cristalac di Mesauda e mi ci trovo davvero bene.

Questo dunque è il risultato finale.



Si può ricreare con infinita scelta di colori e disposizione degli striping.
Si può arricchire con uno o due strass in qualche unghia, là dove si congiungono due linee.
Si può creare una Accent Manicure invertendo i colori sull'anulare (scuro sotto, chiaro sopra).

L'ultimo piccolo consiglio che posso dare è di usare uno smalto bello coprente perchè bisogna far tutto in una passata per evitare sbavature.

Fatemi sapere se vi è piaciuta e se vi va lasciate un commento qua sotto.

Se siete blogger o aspiranti tali come me lasciatemi pure i riferimenti del vostro blog e farò un salto anche da voi.

Alla prossima!
Ciao!!!!